CONTATTACI ORA

Prenota la tua prima visita senza impegno

Ho letto e acconsento al trattamento dei miei dati personali Leggi informativa

Impianti Zigomatici

L’implantologia che sfrutta gli innovativi impianti zigomatici rappresenta un’ottima opportunità per una riabilitazione, anche a carico immediato, in tutti quei casi in cui abbiamo la zona mascellare con poco spessore osseo.

Nello specifico, in tutti quei casi in cui il paziente presenta una quantità di osso insufficiente per gli impianti dentali “normali” di uso comune entra in gioco l’impianto zigomatico.

Il vantaggio fondamentale è che permette in un unico tempo di consegnare al paziente un provvisorio avvitato nelle 24 ore.

Video – Intervento Implantologico con Impianti Zigomatici

Quando utilizziamo gli impianti zigomatici?

In tutti i casi di atrofia mascellare, quando la presenza e quantità di osso sono scarse per l’inserimento implantologico.

Questi impianti molto lunghi (30 millimetri) evitano di ricorrere a rigenerazioni ossee, che spesso portano ad allungare i tempi della terapia e aumentano i rischi di insuccesso.

I vantaggi

  • Carico precoce della protesi anche in presenza di elevata scarsità di osso.
  • Applicazione ambulatoriale in anestesia locale per via transmucosa.
  • Maggiore stabilità del carico protesico.

la procedura nei sui passaggi

  • Analisi preliminare con TAC e con l’ausilio di una placca basale o protesi diagnostica di solfato di bario al 10%.
  • Inserimento degli impianti zigomatici partendo dall’area del primo molare inserendosi nel processo zigomatico del mascellare fino alla corticale dello zigomo.